Business unit 1

Controllo di Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane

Identificare chiaramente quali sono le performance attraverso l’allocazione dei costi e l’individuazione delle aree di marginalità

Oggi più di ieri emerge il bisogno, per le Aziende pubbliche e private che operano nell’ambito sanitario e sociale, di un sistema pratico e concreto che permetta di identificare chiaramente quali sono le performance attraverso l’allocazione dei costi e l’individuazione delle aree di marginalità.

Il controllo di gestione ha l’obiettivo di fornire le informazioni di sintesi utili al governo aziendale per supportare le decisioni di carattere strategico e formulare analisi di dettaglio per conoscere in profondità i fenomeni operativi che influiscono nella gestione aziendale.

Nell’attuale contesto nazionale di politiche di riduzione dei costi e applicazione di standard, l’analisi dei flussi informativi e l’implementazione di modelli ad hoc di controllo di gestione sono funzionali per le attività di programmazione, budget, monitoraggio, reporting e controllo che ogni Azienda necessita di sviluppare per governare la propria attività. All’interno di questo ambito particolare attenzione merita l’organizzazione e lo sviluppo delle risorse umane, che rappresenta il fondamentale «fattore produttivo» delle Aziende Sanitarie in quanto orientato a raggiungere l’obiettivo di erogare salute alla popolazione.

In quest’ottica si collocano anche servizi di riorganizzazione, formazione e controllo aziendale sviluppati anche attraverso l’analisi, il miglioramento e l’implementazione dei sistemi informativi.

attività

Elenco principali attività

Z

Implementazione di sistemi di contabilità analitica quali sistemi di analisi dei costi e di attività per la definizione dei budget aziendali e la compilazione di modelli di rendicontazione istituzionale.

Z

Definizione, sviluppo e implementazione di modelli e strumenti di governo aziendale e dei relativi sistemi di monitoraggio quali modelli organizzativi, di budget e di business intelligence (modelli di budget per le strutture private accreditate, per la medicina convenzionata e per le unità operative delle Aziende Sanitarie), cruscotti strategici e operativi;

Z

Definizione e sviluppo di analisi ad hoc relative a specifici ambiti a rilevanza strategica e gestionale;

Z

Implementazione di nuove funzionalità su applicativi aziendali e acquisizione e verifica di flussi informativi.

Controllo di gestione

Esempio progetto 1

DEFINIZIONE MODELLO DI CONTROLLO DI GESTIONE E COSTING DELLE PRESTAZIONI SANITARIE

FASI DI PROGETTO

  1. Definizione dell’approccio e del perimetro del progetto
  2. Individuazione del modello organizzativo e sviluppo del modello di  Contabilità AnaFaselitica (Costi/Ricavi/Attività per CdR)
  3. Analisi dei Costi ed attribuzione alle prestazioni/ricoveri e confronto con i ricavi
  4. Implementazione e monitoraggio del modello e relativo reporting

RISULTATI ATTESI

Lo sviluppo e l’implementazione di un modello di Controllo di Gestione rappresenta uno strumento atto a supportare la Direzione Aziendale nelle attività di programmazione e pianificazione aziendale e controllo e monitoraggio dei risultati, nello specifico permette di raggiungere i seguenti risultati:

  • Realizzazione di un sistema di contabilità analitica e di reportistica di sintesi;
  • Formazione e sviluppo di conoscenza del personale coinvolto nel progetto e preposto alla gestione del sistema di controllo di gestione implementato;
  • Definizione di un modello di costing delle prestazioni sanitarie;
  • Identificazione della marginalità effettiva ottenuta per alcune prestazioni sanitarie, mediante l’applicazione del modello di costing.

Esempio progetto 2

GESTIONE E MONITORAGGIO TEMPI DI ATTESA

FASI DI PROGETTO

  1. Definizione dell’approccio, del perimetro del progetto e delle fonti dati
  2. Analisi dei dati e definizione del modello di reporting (informazioni, destinatari, tempistiche)
  3. Implementazione del reporting, lettura ed analisi dei dati, sviluppo di analisi ad hoc sia a livello direzionale che operativo
  4. Monitoraggio del modello, sviluppo di scenari/simulazioni, rilascio del progetto (procedure e strumenti di business intelligence)

RISULTATI ATTESI

Governare i Tempi di Attesa delle prestazioni sanitarie (ricoveri e specialistica ambulatoriale) analizzando i dati di prenotazione ed erogazione al fine di poter sviluppare azioni correttive per il miglioramento della performance; in particolare:

  • Realizzazione di un sistema di reporting multilivello (sintesi direzionale, per struttura, per prestazione);
  • Formazione e sviluppo di conoscenza del personale coinvolto nel progetto e preposto alla gestione del sistema di monitoraggio dei tempi di attesa;
  • Gestione tempi attesa per Azienda, tempi di attesa per strutture convenzionate, tempi di attesa per prestazioni traccianti da garantire e non, monitoraggio TAPS (prenotato), monitoraggio «fluttuanti», gestione giorni attesa e outliers;
  • Capacità di risposta all’utenza e ad eventuali criticità di comunicazione